Le spese per antibiotici sono una spia della gestione

Quando si parla di spese per farmaci ogni azienda da latte è un caso a sé. Quello che stupisce è come siano possibili differenze così rilevanti tra una stalla e l’altra quando l’analisi si fa più fine e considera la voce antibiotici come parte della complessiva spesa per farmaci. Lo confermano le varie indagini presentate in diverse occasioni, con confronti tra i costi di produzione di aziende simili.

Sono cifre più che importanti, se moltiplicate per il numero degli animali presenti. Un lusso difficilmente sostenibile in tempi di difficoltà.

I numeri dicono che tra una stalla e l’altra, a parità di tutto il resto, c’è chi spende 1 e chi spende 3. Davvero non è la stessa cosa, per una questione economica e di presentabilità della produzione.

Quando si spendono tanti soldi per antibiotici, o, meglio, quando si spendono tanti soldi in più di altre aziende simili alla propria, si dovrebbe avere il buonsenso di fermarsi, mettere in dubbio il proprio modo di lavorare e quello di chi collabora con noi.

Analizzare ogni segmento della gestione, verificare ogni angolo della stalla alla ricerca del punto – o dei punti – deboli che si traducono in un peggioramento della situazione sanitaria e quindi in un aggravio dei costi, è un lavoro che si ripaga sempre e porta l’azienda su un piano di redditività più alto e sostenibile. In senso economico e di accettabilità dell’opinione pubblica.

Ovviamente si deve essere in grado di conoscere esattamente la propria situazione: avere,  anche nel segmento della spesa sanitaria, un database puntuale e preciso, è sicuramente un punto di partenza irrinunciabile per i passi successivi. Passi successivi che, inevitabilmente, dovranno essere percorsi sulla via della prevenzione (protocolli di lavoro, spazi, lettiere, benessere animale, alimentazione, piani vaccinali mirati) e non della cura. 

Anticipare e non rincorrere è una massima che non passa mai di moda. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *